Trasferimento a Vienna 1780 - 1783


Trasferimento a Vienna 1780 - 1783

1780

Dopo un soggiorno prolungato a Salisburgo, alla fine del 1780 Mozart si reca a Monaco per la rappresentazione della sua opera seria Idomeneo, Re di Creta KV 366, e il 12 marzo 1781, su incarico del principe vescovo, raggiunge Vienna. Qui riallaccia vari contatti in società, fra cui quelli con la famiglia Weber, che aveva conosciuto a Mannheim e che nel 1779 si era trasferita a Vienna.

In opposizione agli ordini del principe vescovo, Mozart minaccia di non fare ritorno a Salisburgo.

1780 - 1781

La famiglia Mozart assiste regolarmente agli spettacoli che si tengono nel vicino teatro di corte (Hoftheater), realizzato nel 1775, e prende contatto con le compagnie teatrali che vi recitano. Il 17 settembre 1780 recita a Salisburgo per la prima volta la compagnia di Emanuel Schikaneder, che diverrą autore di testi per Mozart.

Il 5 novembre dello stesso anno, Mozart lascia la casa paterna e si trasferisce a Monaco per la sua opera Idomeneo KV 366. Alla prima assistono anche il padre e la sorella Nannerl.
Dopo ripetute discussioni con il principe vescovo, l8 giugno 1781 si arriva alla rottura definitiva con il datore di lavoro. Mozart cerca in seguito di introdursi nell'ambiente di Vienna e si guadagna da vivere principalmente come compositore d'opere, come virtuosista del pianoforte con proprie composizioni e come insegnante.


1782

A Vienna Mozart ottiene il suo primo successo operistico con Il ratto dal serraglio  KV 384, andato in scena per la prima volta il 16 luglio 1782 al Burgtheater. Nello stesso anno, contro il parere di suo padre, Mozart sposa Constanze Weber, figlia di Franz Fridolin Weber, factotum del teatro, e di sua moglie Maria Cäcilia.

Alla fine del 1782 Mozart finisce il primo dei suoi sei quartetti per archi, in seguito dedicati a Joseph Haydn: KV 387, 421 (417b), 428 (421b), 458, 464, 465.

Il 1 settembre 1785 esce per i tipi dell'Artaria l'edizione stampata dei quartetti, con una significativa dedica al grande musicista.


1783

Dopo un anno e mezzo a Vienna, Mozart e sua moglie Constanze si recano a Salisburgo per far visita al padre e alla sorella.

Durante il suo soggiorno a Salisburgo, il 26 ottobre 1783 č eseguita per la prima volta nella chiesa collegiata del convento di St. Peter la Messa KV 427 (417a) in do minore, con Constanze nel ruolo di soprano. Si riallacciano vecchi rapporti d'amicizia. Un amico di famiglia, il maestro di musica Johann Michael Haydn, riceve dal principe vescovo l'incarico di comporre dei duetti per violino e viola, ma non č in grado d'assoverlo a causa di una violenta malattia. In pochi giorni, Mozart compone i duetti per violino e viola in sol-maggiore KV 423 e in si-bemolle maggiore KV 424, e li consegna a nome di Haydn.